MEDICINA RIGENERATIVA CON CELLULE STAMINALI

CHE COS’E’ UN TRAPIANTO AUTOLOGO DI TESSUTO ADIPOSO MICRO-PROCESSATO

Si intende per trapianto autologo il prelevamento di proprie cellule contenute nel tessuto adiposo, che grazie ad un dispositivo medico viene processato in un circuito chiuso sterile, e il loro inserimento in un altro tessuto al fine di riparare, ripristinare o sostituire il tessuto danneggiato, degenerato o traumatizzato.

Anestesia e infiltrazione del tessuto sottocutaneo per il prelievo di tessuto adiposo

Per la fase d’infiltrazione del tessuto adiposo nel sottocutaneo si utilizza solitamente una micro-cannula e collegata ad una siringa a molla con valvola per essere direttamente collegata alla sacca di infusione, fornendo un sistema ideale per la procedura ambulatoriale. La sacca d’infusione prevede soluzione salina con adrenalina (con concentrazione finale di 2 μg/ml (1:500.000) con aggiunta di lidocaina sino alla diluizione di circa 0,02%. In questo modo si ottiene, aspettando almeno 15 minuti dopo un abbondante infiltrazione, un’ottima anestesia locale a livello del sito donatore.

Aspirazione del tessuto adiposo sottocutaneo

La procedura di aspirazione (lipoaspirazione) viene eseguita da siringhe luer lock  da 10cc o da 60cc a stop progressivi collegati a una micro-cannula dedicata con fori ovali all’estremità della cannula. L’apice della cannula è completamente smusso per garantire contro penetrazioni accidentali della parete addominale o dei vasi.

Processazione immediata del tessuto adiposo

Il tessuto adiposo prelevato viene immediatamente processato sul campo operatorio sterile. Questa fase permette la scelta e la classificazione della tipologia di cluster adiposi e del loro volume: si arriva ad ottenere processato tessutale particolarmente fluido e totalmente privo di componenti infiammatorie come olio e sangue.

Innesto del tessuto processato

Terminata la fase di processazione il tessuto adiposo è pronto per essere immediatamente trasferito nella sede anatomica ricevente danneggiata per la riparazione o la sostituzione del tessuto.

AREE DI APPLICAZIONE

  • vulnologia
  • ginecologia (Lichen, atrofia vaginale)
  • urologia
  • coloproctologia (fistole, incontinenza)
  • otorinolaringoiatria
  • chirurgia plastica ricostruttiva (trattamento esiti cicatriziali, ustioni)
  • chirurgia maxillo-facciale (ricostruzioni mandibolari)
  • chirurgia plastica estetica
  • ortopedia e traumatologia (osteoartriti, lesioni cartilagine articolare, tendinopatie)
  • cura delle ferite (ulcere croniche, ulcere da piede diabetico)
  • terapia del dolore (dolore cronico della colonna, dolore cronico della pelvi, dolore cronico articolare).

La corretta processazione del tessuto adiposo apre la strada a nuovi approcci e paradigmi nella riparazione di tessuti malati, grazie alla sua natura di derivato minimamente manipolato ed alla possibilità di trasferimento immediato in diversi ambiti clinici.

Il prodotto tessutale micronizzato si rileva molto utile per la ricerca delle cellule staminali mesenchimali adulte, fornendo un metodo standardardizzabile e più accessibile a larga scala, per processare e crioconservare lipoaspirati ottenendo hMSCs senza l’uso enzimatico.


dr. mattia colli
news

contattaci

Start typing and press Enter to search